La disinformazione sulle aste al centesimo

I siti di aste al centesimo hanno fatto il boom di incassi in questo periodo di crisi economica mondiale. Ma se facciamo una ricerca veloce su web, si vede chiaramente che la maggior parte delle visite, i siti di aste al centesimo (la maggior parte dei quali, ha la sede in nord europa), le ricevono dai paesi come Italia, Spagna, Portogallo, Grecia e i Balcani. Tutto questo non è un caso, ci sono dei motivi ben precisi per i quali questi siti funzionano "meglio" in questi paesi, vediamone alcuni:

 

  1. Le leggi in rigore(fatte a misura per favoreggiare le aziende che gestiscono i giochi d'azzardo) non tutelano o tutelano in modo molto ambiguo i cittadini.
  2. Il disagio economico (e in alcuni casi la povertà) , spinge le persone a cercare metodi alternativi per guadagnare oppure per fare degli acquisti online
  3. L'ingenuità (e in alcuni casi l'ignoranza), spinge le persone a "tentare la fortuna", ma dietro la fortuna ci stanno le probabilità, e dietro le probabilità ci stà la matematica. Qundi, se di matematica non ne capite un fico secco, lasciate perdere il  "tentare la fortuna".

Mi ricordo, che un po di anni fa, andavano di moda i giochi di casino online (con tanta di pubblicità in tv). Essendo io molto curioso, ho deciso di analizzare il funzionamento di uno di questi giochi, per la precisione "le roulette" (che sono molto diverse da quelle vere). Secondo il calcolo delle probabilità, se giocassi all'infinito, sarei sempre in perdita, in quanto non riuscirei mai a coprire tutte le probabili uscite (compreso lo Zero), ma questo non significa che non si può vincere. Cercando su internet ho trovato una marea di "trucchi/strategie". Uno di questi era "il metodo del raddoppio". Allora, da buon programmatore, una volta aperto il gioco (applicazione per pc), mi sono messo a monitorare tutti i pacchetti (le connessioni), tra me e il server del gioco. Dopo i primi minuti di gioco, nei quali io con il mio metodo del raddoppio, stavo vincendo, ho intercettato una nuova connessione in più, tra il mio pc e il server. Ovviamente dopo un po ho perso i miei soldi, e sul programma del gioco è apparso un popup (una chat) di un operatore che mi proponeva delle promozioni se facevo subito una ricarica. Analizzando la connessione ho scoperto che era la stessa di quella che era apparsa nei primi minuti di gioco. Conclusione: l'operatore mi aveva monitorato per tutto il tempo (ma fino a qui non posso dire che sia stato lui a farmi perdere). Cercando però su internet, tra i centinaia di casino online, ho scoperto che il trucco del raddoppio era scritto (e diffuso su internet) anche nei siti ufficiali degli stessi casino. Praticamente erano i casino che proponevano questi trucchi chiamandoli "il metodo sicuro, quasi infallibile".

 

Cosa c'entra tutto questo con i siti di aste al centesimo?

La maggior parte dei trucchi sulle aste al centesimo, sono stati scritti e diffusi sul web, dagli stessi operatori di siti di aste al centesimo. Dove nei loro siti, non solo spiegano le strategie per vincere, ma ti spiegano anche il quando e perché un utente perde i propri soldi. Matematicamente parlando, è impossibile che vincano tutti, e bisogna che sia chiaro a tutti che il guadagno di questi siti proviene solo ed esclusivamente dagli utenti che perdono. Quindi, come tutte le aziende, per aumentare il loro profitto, a loro conviene che gli utenti perdono, mentre a quelli che vincono invece, gli spetta una piccolissima parte del guadagno. Ora la domanda è: Sei sicuro di volerti fidare (tentare la fortuna) dei loro consigli sui trucchi e le strategie per vincere?

 
 
 

Semplice e Veloce

Il nostro team sarà lieto di aiutarvi in qualsiasi momento con le domande generali
o tecniche, suggerimenti o commenti.

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Per sapere di più sui cookies, visita la nostra sezione politica sulla privacy.

  Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information